Finalmente ci siamo! Ho costruito la mia piccola casa su tre nuvolette colorate e ora scrivo da qui (o meglio, anche da qui). Un luogo a cui voglio già bene. Uno spazio accogliente, pieno di luce e calore, su cui sono approdata dopo mesi di chiacchiere con gli amici, incontri fortunati, scambi e idee sempre in movimento. Mesi di grande cambiamento e di crescita, in cui ho sperimentato la fiducia, la stima, la voglia di mettersi in gioco senza pensarci troppo, il coraggio, l’amicizia e la generosità delle tante persone che hanno percorso un pezzo di strada con me: chi ho vicino da sempre, chi ho incrociato per poche ore, chi ho rincontrato dopo molti anni (e non è un caso), chi ho conosciuto solo qualche mese fa ed è stato subito affetto. A ognuno devo parole, immagini, ricordi, sogni, emozioni. In una parola, storie. Ogni storia rappresenta un mattone di questa piccola casa, che oggi finalmente apre le sue porte e svela lo Spinginuvole, una macchina un po’ magica, capace di mescolare tutto quello che incontra sul suo percorso (parole, immagini, ricordi, sogni, emozioni di cui sopra).  E di restituirlo nella forma che più vi piace o vi assomiglia.

Il mio primo, gigantesco grazie va alla mia famiglia: alle mie figlie, Ilaria e Alice, che ogni giorno mi regalano uno sguardo nuovo e preziosissimo sulle cose; a mio marito, che mi ha supportato (e sopportato) dalla progettazione in poi e che, soprattutto, mi ha suggerito il nome Spinginuvole (che, per inciso, è anche il mio soprannome); e ai miei genitori, che sono uno scrigno infinito di storie incredibili.

L’invenzione della macchina Spinginuvole, invece, la devo a Gabriele Pino, che è anche l’autore di tutte le illustrazioni del sito. A lui va un grazie speciale per la pazienza con cui mi ha ascoltata e ha saputo tradurre in bellissime immagini tutte le mie idee!

Un altro grazie di cuore va a Marco, che mi segue con il suo obiettivo e non si stanca mai (o forse non ha il coraggio di dirmelo) dei miei fiumi di parole.

Ringrazio anche gli amici di Omero, che non solo mi hanno accolta in un bellissimo progetto con entusiasmo e calore, ma mi hanno anche dato energia e ottimi consigli… in particolare Mariapaola, che ha risposto alle mie mail e ai miei messaggi a ogni ora del giorno e della notte!

Ringrazio per la disponibilità ad ascoltarmi e la generosità nel condividere tante idee, le mie amiche Laura O., con cui ho costruito sogni e nuovi progetti (incrociamo le dita), e Laura A., con cui ho condiviso lunghe chiacchierate che mi hanno aiutata a seguire i giusti binari.

Ringrazio Francesca ed Elena, le mie amiche ritrovate di Ponte, il mio paese… ma di loro vi parlerò tra qualche giorno.

Sono ancora tanti i grazie che vorrei scrivere qui, ma per ovvie ragioni non lo farò oggi… ci saranno moltissime altre occasioni. Basterà seguire le nuvolette!

P.S.: quelle che vedete qui, quando le ho fotografate stavano disegnando il cielo sopra le mie montagne, in uno dei miei luoghi del cuore.

Condividi questo articolo: