Milano dadica al teatro per bambini e ragazzi quattro (imperdibili) giorni di spettacoli e incontri. Quattro luoghi diversi  (il Teatro del Buratto Bruno Munari, il Teatro Verdi, il Teatro Fontana a Milano e gli spazi di Bì La fabbrica del Gioco e delle arti di Cormano), una direzone artistica tutta al femminile (a cura di Renata Coluccini e Giuditta Mingucci) e un fil rouge delicatissimo che, nell’indagare il tema dell’abbandono, vedrà sul palcoscenico l’interpretazione di un classico come ‘Pollicino’, da parte di tre compagnie diverse: ecco gli ingredienti della 29ª edizione di Segnali, Festival teatro ragazzi, dedicato al teatro per le giovani generazioni.

Il Festival, organizzato dai Centri di Produzione Teatrale Teatro del Buratto e Elsinor Centro di Produzione Teatrale, punta i riflettori sulla produzione teatrale del territorio, proponendo un cartellone con 11 debutti nazionali su 17 spettacoli molto diversi tra loro per linguaggi e tematiche: dal teatro interattivo a quello di figura, dal teatro danza a quello d’attore, fino al circo contemporaneo. In calendario anche due spettacoli internazionali (Pulgarcito, del Teatro Paraiso dalla Spagna; e Skreek, del TWOF2/Dascollectiv performance art for young audience proveniente dall’Austria), proprio a sottolineare l’impegno del Festival ad aprire nuovi orizzonti sul Teatro per Ragazzi, oggi più che mai potente mezzo di incontro, conoscenza, scambio e riflessione non solo sulle poetiche teatrali, ma anche sulle tematiche contemporanee più vicine al pubblico dei giovani. Inoltre, per approfondire l’aspetto educativo che il teatro può portare alle nuove generazioni, il 2 maggio è stato organizzato un incontro ad hoc, Progetto Planetarium, in collaborazione con Altre Velocità, con il Dottor Paolo Mottana, Professor ordinario di Filosofia dell’Educazione all’Università degli Studi di Milano Bicocca – e il Dottor Claudio Bernardi, Professor ordinario di Drammaturgia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e di Antropologia della Rappresentazione all’Università Cattolica di Brescia.

Quali spettacoli scegliere? Ecco le nostre idee:

D’ORFEO, spettacolo musicale realizzato in occasione del 450° anniversario della nascita di Claudio Monteverdi dalla compagnia mantovana Teatro all’Improvviso diretta da Dario Moretti, che ha cercato di rendere accessibile anche ai ragazzi la favola di Orfeo, senza però modificare la natura dell’opera e la bellezza della musica. Una voce narrante racconta la fiaba alternandosi alle parti musicali, eseguite dalla Accademia degli invaghiti, ensemble musicale specializzata nel repertorio monteverdiano e barocco (al Teatro Bruno Munari, mercoledì 2 maggio alle 10.30, dai 6 anni)

IL MIO AMICO FRANKIE, uno spettacolo di teatro di figura che racconta la storia di una bambina e del suo amico immaginario ( al Teatro del Buratto | Bruno Munari, mercoledì 2 maggio alle 19.00, dai 6 anni)

TICINA MANI DI CORTECCIA, delicato spettacolo che usa un linguaggio non verbale ispirato ai grandi clown del passato, al cinema muto, ai Familie Flotz e alle atmosfere grottesche di Tim Burton (al Teatro Fontana, giovedì 3 maggio alle 17.00, dai 5 agli 11 anni)

SCHERMI, SE LI CONOSCI NON LI EVITI, una conferenza spettacolo dedicata ad un pubblico di pre adolescenti e adoloscenti, per fornire loro strumenti di interpretazione del linguaggio teatrale ed insegnargli ad acquisire un punto di vista autonomo e critico; l’azione scenica è condotta da Lorella Zanardo, scrittrice, documentarista e docente, autrice del documentario Il Corpo delle Donne (al Teatro Verdi, giovedì 3 maggio alle ore 18.30, dai 14 anni).

SUPERABILE, un’altra interessante conferenza spettacolo in cui si parla di disabilità, portando in scena quattro attori di-versi (di cui due in carrozzina) che si raccontano (al Teatro Bruno Munari | Buratto in Maciachini, giovedì 3 maggio alle ore 21.30, dagli 8 anni)

Il programma completo lo trovate qui

Per informazioni e prenotazioni
Teatro del Buratto – tel. 02.27002476
Teatro Fontana – 02.69015733
info@festivalsegnali.com
www.teatrodelburatto.it

Condividi questo articolo: