Cosa immaginate di sperimentare al laboratorio di Carolina Grosa, La valigia di carta? Lei, giovanissima illustratrice col pallino dell’ukulele (non vi ricorda per caso una certa Stargirl?), ci ha spiegato che si partirà per un bellissimo viaggio immaginario… in cui però non serve prendere il treno o l’aereo, ma basta decollare con la fantasia e preparare tante matite colorate! Anche a lei abbiamo fatto le quattro domande di rito e chiesto di regalarci un incipit per una storia ambientata in paese… voi come continuereste?

 

1- Un nuovo festival in un piccolo paese di montagna: cosa ti aspetti di trovare a Un Ponte di storie?
Arrivando da un altrettanto piccolo paese di montagna Valdostano mi aspetto di trovare aria di casa, formaggi stagionati e canti d’uccellini. Ma ho un desiderio per quel che riguarda gli avventori del festival: ben vengano illustratori, curiosi, scrittori, specialisti del settore ed escursionisti domenicali, ma quello che vorrei è trovare tanti bambini affamati di storie da mettere all’ingrasso.

2- Ci puoi dare un’anticipazione circa i laboratori che terrai?
C’è quel bel libro di Roald Dahl, “Matilde”, che dice: “Girava il mondo restando seduta nella sua stanza in un piccolo villaggio inglese”. Lui si riferiva alla magia dei libri di trasportarci virtualmente da un capo all’altro del mondo; la mia idea è di fare lo stesso usando la nostra fantasia e la possibilità di tradurla in disegno. È un trucco economico per andare in vacanza ogni giorno dell’anno e senza scomodarsi con bagagli e prenotazioni. Vedrete!

3- Cosa porterai nel tuo zaino?
Nello zaino ci metto sicuramente l’ukulele, da strimpellare la sera sulla sedia a dondolo, la macchina fotografica analogica che era del mio babbo (ogni volta sviluppare le foto è una scommessa a causa di una botta che prese tanto tempo fa, ma ci sono affezionata), ci metterei il mio caro gatto ciccione ma penso che lui non sarebbe entusiasta, quindi al suo posto infilo un bel maglione pesante, che in montagna non si sa mai.

4- Scegli una fotografia: ci regali un incipit per una storia ambientata a Ponte?
Una tiepida notte di inizio estate Carolina si sporse dalla finestra per chiudere le imposte, ma soffocò un grido stupendosi della processione silenziosa di figure nere che si muovevano rapide sotto di lei, scalpitando sul vicolo di ciottoli che portava alla cascina abbandonata.

 

Per partecipare al laboratorio di Carolina Grosa, La valigia di carta (dai 6 anni), sabato 5 e domenica 6 maggio, sempre dalle 14.30 alle 16.30 è necessaria la prenotazione qui: https://goo.gl/forms/i2GnexN8PQyRyAfC2

Condividi questo articolo: