IMG_0969x Teatro dell'Orsa, Trekking di fiabe - nella foto Monica Morini
<
>
Teatro dell'Orsa, un momento diTrekking di fiabe (nella foto Monica Morini)

Avete mai pensato a quante storie si possono trovare in natura? Seguendo il ritmo lento della camminata, fermandosi ad osservare i colori e le forme che a ogni passo raccontano qualcosa di nuovo…
«Narrare in natura è diverso dal raccontare negli spazi al chiuso: le parole sono custodite dagli alberi, si fanno sorprendere dal vento, dalle nuvole, dal sole, dall’apparizione di un animale. Dobbiamo imparare di nuovo il tempo lento del camminare che ci avvicina alle radici della terra e delle storie che, da sempre, attraversano il bosco».

Il Teatro dell’Orsa in un momento di Trekking di fiabe (nella foto Bernardino Bonzani)

Così Monica Morini e Bernardino Bonzani del Teatro dell’Orsa introducono Trekking di fiabe, insolita esperienza per bambini (dai 4 anni) e adulti che domani 28 aprile (doppia replica alle ore 16.30 e alle ore 18) proporranno alla bellissima Riserva Naturale Salse di Nirano a Fiorano Modenese, a pochi chilometri da Modena.
Un’esperienza immancabile per chi ama il teatro e le camminate nel verde allo stesso modo, in un contesto che concede paesaggi lunari tra salse che sbuffano e borbottano e sentieri nel bosco di rara bellezza… insomma, un modo unico per immergersi nella natura e incontrare storie che a lei si ispirano!

Abbiamo incontrato i due registi per farci raccontare come è nata l’idea e cosa ci si deve aspettare da un Trekking di fiabe…

Da dove nasce l’idea di mescolare trekking e teatro?
Da anni ci occupiamo di narrazione in spazi anche non convenzionali, esplorando i territori intatti intorno a riserve naturali, abbiamo curato il festival i teatri di paglia tra vigne e campi di grano. La fiaba abita il selvatico e si nutre di mistero. Ci chiede un tempo lento, a passo d’uomo per incantarci e farci soprendere dalla meraviglia. Il trekking è un pretesto per percorrere sentieri di natura e cultura, grandi e bambini insieme, un rito festoso che apre il corpo e la mente a un ascolto nuovo e attivo.

Cosa si deve aspettare uno spettatore?
Gli spettatori vivranno un tempo fuori dal tempo, accompagnati da musica dal vivo in dialogo con i suoni della natura. Storie itineranti in più tappe, all’ombra degli alberi, ricucite su un tappeto erboso o non lontane da un fondo borbottante come quello delle Salse di Nirano, a ricordarci che al centro della terra ci sta il fuoco.

L’esperienza è adatta a tutti, grandi e bambini?
Non c’è un’età per le storie, nasciamo e muoriamo affamati di racconti, con tasche piene di domande che si sbrogliano tessendo insieme trame di parole, allenandoci alla vita insieme, pronti allo stupore antico che ci ha fatto conoscere il mondo per la prima volta.

Come avete scelto l’ambientazione?
Le riserve naturali e i Parchi stanno cercando il nostro lavoro, ma siamo felici di portarlo in particolare nella Riserva delle Salse di Nirano che abbraccia la dolcezza della natura e dei boschi da una parte e il paesaggio lunare di crateri borbottanti di vita primordiale dall’altra.

Quali le coordinate letterarie e artistiche a cui vi siete ispirati?
La poetessa Cristina Campo diceva che la via della felicità passa attraverso il rito, il mito, il linguaggio e il paesaggio. Il racconto è il rito più antico che ci fa uomini, le parole che abbiamo cucito insieme vengono dal mito e dal repertorio delle fiabe tradizionali, abbarbicate intorno ad alberi magici e cespugli parlanti, il paesaggio è il nostro teatro naturale.

Sono previste altre tappe nei prossimi mesi?
Attraverseremo parchi cittadini e saremo nei chiostri dei musei che conservano erbari antichi e piante rare. I sentieri delle storie ci portano lontano, stiamo lavorando al nuovo progetto Radici parlanti che mappa le piante ultracentenarie, maestose sentinelle della terra. Sotto gli alberi più antichi si racconta protetti dall’ombra del tempo e si percepisce il mistero che ci custodisce.

L’appuntamento per i trekker-spettatori è al parcheggio della Riserva Naturale Salse di Nirano.
Info: Ufficio Ambiente del Comune di Fiorano Modenese – tel. 0536 833276 – 833258
Prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail salse.nirano@fiorano.it

Condividi questo articolo: