Che cos’è esattamente un fuoriprogramma? Forse non ve lo aspettate, ma Un Ponte di storie sarà un evento anche un po’ magico in cui le storie si rincorreranno per le strade del paese, dando via libera all’immaginazione e alla voglia di condividere un’esperienza davvero speciale. Artefici e attori di questo Fuoriprogramma pieno di sorprese saranno proprio i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Ponte in Valtellina, che in quaste ultime settimane hanno lavorato con entusiasmo per andare incontro a un progetto nuovo, una sfida in cui noi adulti abbiamo messo tutta la nostra passione e in cui loro riverseranno energia, sorrisi e, naturalmente, tante storie. Il fuoriprogramma, proprio perché per definizione non è programmato riserverà molte sorprese… restate in ascolto!

Nel frattempo, vi anticipiamo alcuni dei progetti realizzati dai ragazzi per movimentare i cortili e le vie del paese durante il Festival. Ma da dove parte la mappa delle sorprese? Dalla Scuola media Maurizio Quadrio dove saranno esposti tutti i lavori degli alunni e delle alunne in una bella mostra a cura della professoressa Paola Cusin. In particolare, saranno esposti gli elaborati prodotti in occasione della partecipazione al concorso Il Sognalibro organizzato da Andersen, la rivista e il premio dei libri per ragazz: i visitatori potranno votare l’opera preferita, la più apprezzata verrà riprodotta sul segnalibro realizzato per l’edizione 2019 di Un Ponte di storie e l’autore o l’autrice riceverà in regalo una scatola di colori.
Sarà inoltre possibile vedere le recensioni di alcuni libri realizzate dagli alunni sotto forma di cartelloni, video, recensioni mute, creative, libri in scatola e altre sorprese… in una panoramica di idee e pensieri imperdibili!

I ragazzi sono anche i protagonisti di un interessante progetto di Bookcrossing, che permetterà alle storie di incrociarsi e rivivere nelle mani di altri lettori: gli studenti si occuperanno della raccolta, della registrazione e del rilascio dei libri che i visitatori vorranno portare alla scuola. Chi vorrà partecipare donando qualche libro riceverà un piccolo omaggio realizzato da loro. E se passeggiando per le vie del paese vi trovaste davanti a qualche piccola casetta colorata non esitate a spiarci dentro… non parliamo della casetta dei 7 nani, ma di casette realizzata apposta dai ragazzi per lo scambio dei libri. Ne troverete alcune nei posti più frequentati del paese: sono un invito allo scambio e alla condivisione delle storie, perché qui potrete prendere un libro e, se vi va, lasciarne un altro…

E per i bimbi più piccoli? Anche loro saranno coinvolti nello scambio delle storie grazie agli alunni della scuola secondaria di primo grado, che andranno in visita alla Scuola dell’infanzia per portare in regalo ai piccoli una selezione di albi.

Avete mai sentito parlare di Book speed dating? In pratica è un appuntamento in cui si parla di libri e, in pochi minuti, bisogna trasmettere il proprio amore per una storia, un autore o un titolo alla persona che abbiamo di fronte. Sarà una delle attività svolte dai bambini e dai ragazzi durante le giornate del Festival, sempre nell’ottica di scambiarsi le storie: disponendosi su due file parallele, ciascun alunno/a avrà a disposizione pochi minuti per far appassionare il compagno seduto di fronte a un libro particolarmente amato di cui si racconteranno trama, personaggi e ogni elemento significativo.

Per gli amanti del gelato e delle storie, l’abbinata perfetta è una golosa lettura in gelateria! Ecco un buon motivo per trovarsi tutti  insieme giovedì 3 maggio, dalle 16.00 presso la Gelateria Fior di Mela, dove Sara Gianoncelli leggerà alcuni albi illustrati per i bambini che vorranno fermarsi a sognare un po’. Si parte dal bellissimo La grande fabbrica delle parole di Agnès de Lestrade, per continuare a giocare un po’ con lettere e parole… che a volte pare scontato, ma sono preziosissime!
Inoltre, durante i laboratori di sabato e domenica verranno regalati dei segnalibri speciali, che permetteranno di avere in omaggio un buonissimo gelato, mostrandoli in gelateria sabato 5 o domenica 6.

Avete mai sognato di festeggiare un bel noncompleanno e sedervi a bere il tè con Alice, il Cappellaio Matto e lo Stregatto? A Un Ponte di storie succede anche questo! E un luogo davvero speciale, le Cantine Marchesi, che già da sole sanno creare un’atmosfera un po’ magica. L’appuntamento è con il Tè con Alice, sabato 5 maggio alle 16.15 presso le Cantine Marchesi (Via Francesco Saverio Quadrio a Ponte): gli alunni e le alunne della classe 2C della secondaria di primo grado condivideranno la lettura di alcuni brani di Alice nel paese delle meraviglie, un tè e altre sorprese. Passateci, perché ci sarà da divertirsi per tutti!

Le sorprese non finiscono qui, succederanno tante cose belle… seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Condividi questo articolo: