Tra i tanti luoghi dove vorrei essere questa settimana ce n’è uno in particolare, probabilmente anche un po’ magico, che ogni anno raccoglie l’entusiasmo, la curiosità e la voglia di stare insieme di migliaia di ragazzi appassionati di cinema, il Giffoni Film Festival. Un evento che, giunto alla sua 48ª edizione, è diventato ormai così importante e diffuso a livello internazionale da rappresentare uno degli appuntamenti più attesi dell’anno, dai ragazzi ma non solo! Perché Giffoni Film Festival è il festival del cinema per ragazzi che ha nei giovani le sue radici e la sua anima. Tutto a Giffoni Valle Piana (provincia di Salerno) è giovane e pensato per i ragazzi, che provengono da ogni parte del mondo e sono i veri protagonisti della manifestazione. Cosa aspettarsi quindi dal Festival? Conflitti generazionali, diversità, bullismo, migrazioni, sentimenti, dubbi, adolescenza e crescita personale sono solo alcuni dei profondi, complessi ed emozionanti temi al centro delle 100 opere, tra lungometraggi e cortometraggi, in concorso. Un vero e proprio viaggio delle emozioni, un’occasione di conoscenza, crescita e di condivisione. Se non ci siete mai stati, è il momento giusto per pensarci… anche perché, non solo incontrerete bellissime storie e persone interessanti, ma potrete godere di paesaggi mozzafiato. Qui le 8 cose da sapere sul Giffoni 2018, tutto il resto lo scoprirete lì!

I numeri

In concorso 100 opere (di cui 11 italiane) divise in 8 sezioni competitive che richiamano al festival 5601 giurati provenienti da 52 Paesi del mondo, 13 anteprime, 6 eventi speciali, 28 film tra eventi, maratone e rassegne, oltre 90 talent e ospiti tra cinema, musica, tv, web, scrittori, autori, imprenditori e rappresentanti delle istituzioni attesi sul Water Carpet della Cittadella del Cinema e della Multimedia Valley. E ancora, 9 Meet the Stars riservati a 8000 fans non in giuria, 5 sezioni Masterclass con i nomi più interessanti della scena cinematografica, radiofonica, televisiva, musicale e green, 21 live gratuiti, 1 contest per artisti emergenti della scena Trap e Rap, oltre 15 incontri e laboratori dedicati all’innovazione digitale, 30 laboratori didattici e creativi, più di 200 eventi gratuiti, con un pubblico di 250.000 persone atteso in dieci giorni.
Ben 4500 i film iscritti in preselezione che il team della direzione di Giffoni ha valutato attentamente, per poi scegliere la rosa da sottoporre ai suoi giurati. Un impegno di grande responsabilità, che ha tenuto conto non solo delle novità e delle innovazioni che costantemente travolgono e mutano il mondo del cinema, ma anche dei temi più forti e sensibili per le giovani generazioni di ogni parte del mondo.

Nel segno dell’Aqua

Questa edizione gli ospiti sfilano su un vero e proprio water carpet, perché il filo conduttore del festival è proprio il tema dell’Aqua, che aiuterà grandi e ragazzi a riflettere sul tema dello spreco delle risorse idriche e a celebrare allo stesso tempo l’ambiente. Al mondo ‘acquatico’ saranno dedicate due rassegne: la Warner Bros proporrà otto film ad alta risoluzione (con tecnologia Atmos 4k UHD), ovvero Dunkirk, Vita di Pi, Heart of the Sea, The Martian, Mad Max: Fury Road, L’era glaciale – In rotta di collisione, Pan – Viaggio sull’Isola che non c’è e La forma dell’acqua. La Disney invece proietterà classici come La Sirenetta, Atlantis l’impero perduto, Lilo & Stitch, Alla ricerca di Nemo, Alla ricerca di Dory e Oceania. Ad opera di Sky, la campagna Un mare da salvare, mentre una grande installazione invita a raccogliere la plastica monouso in maniera corretta durante tutta la manifestazione.

I giurati

Quest’anno saranno 5601, ben 1000 in più rispetto al 2017, suddivisi nelle otto sezioni competitive che compongono il concorso: Elements +3 (dai 3 ai 5 anni), Elements +6 (dai 6 ai 9 anni), Elements +10 (da 10 ai 12 anni), Generator +13 (dai 13 ai 16 anni), Generator +16 (dai 16 ai 17 anni), Generator +18 (18 anni in su), Gex Doc (sezione di documentari dedicata a filmgoers) e Parental Experience (composta da corti rivolti a un pubblico di genitori). Inoltre, ad aggirarsi tra i giurati ci sarà anche un giffoner molto particolare, il robot #Giffoner5601, pronto a interagire con il pubblico. Una scelta che sottolinea l’attenzione che la manifestazione ha da sempre verso il tema dell’intelligenza artificiale. A tuffarsi in questa esperienza magica, quindi, migliaia di giovani provenienti da tutta Italia e da 51 Paesi di tutto il mondo: dall’Azerbaijan al Kosovo, dalla Cina alla Corea del Sud, passando per USA, Iran, Palestina, Israele, Libano, Qatar, India e dall’intera Europa. Nel segno, oggi più forte che mai, dello scambio, del dialogo e dell’integrazione.

Le super anteprime, tra horror e animazione

L’horror Hereditary, ha avuto l’onore di anticipare l’apertura del festival, mentre oggi è attesissimo l’evento dedicato al nuovo cinecomic Marvel, Ant-man and the Wasp, con Paul Rudd ed Evangeline Lilly che prenderanno parte alla presentazione. Tra le anteprime più chiacchierate anche quelle dei film d’animazione: da Gli Incredibili 2 a Teen Titans Go!,  dall’Ape Maia e le Olimpiadi del Miele a Hotel Transilavania 3 e Zanna Bianca, che sarà presentato dal regista Alexandre Espigares. Presenti al Giffoni anche “44 Gatti”, il nuovissimo cartone animato del Gruppo Rainbow, e “Bene ma non benissimo”, che segna l’esordio alla regia di Francesco Mandelli. Promette infine di far riflettere “Come ti divento bella”, film in cui una ragazza curvy (Amy Schumer) recupera la propria autostima in seguito ad un incidente.

Gli ospiti più attesi

Oltre alle star di Ant-Man and the Wasp sono attesi a Giffoni altri due divi internazionali amati dai giovanissimi: Sam Claflin e Jeremy Irvine. Sam Claflin arriverà per l’anteprima nazionale del suo ultimo film Resta con me, che racconta la storia di due esperti navigatori alle prese con il più grande uragano mai abbattutosi nell’Oceano Pacifico, mentre Jeremy Irvine arriverà il 25 luglio per presentare l’attesissimo Mamma Mia! Ci risiamo, sequel dell’indimenticabile musical ispirato alle canzoni degli Abba.
Tantissimi anche gli  italiani che incontreranno il pubblico nei prossimi giorni: tra i tanti, Marco Ponti e l’attrice Matilda de Angelis, protagonista di Una vita spericolata, Ilenia Pastorelli, Ferzan Ozpetek, Jasmine Trinca, Simona Cavallari, Rocco Papaleo, Alessandro Siani e Gianmarco Tognazzi, Ficarra e Picone, Anna Valle, Frank Matano, Francesco Scianna e Fabio Troiano, Maccio Capatonda, Sarah Felberbaum, Cristiano Caccamo, Francesca Chillemi, Diana Del Bufalo, Brando De Sica, Francesca Giordano, Donato Carrisi, Dario Albertini e Diletta Leotta. Ad Andrea Bocelli, invece, sarà assegnato il Premio Truffaut, attribuito nel corso degli anni ai nomi più importanti dello spettacolo internazionale.

Giffoni Street Fest, la sesta edizione

Dopo il successo degli scorsi anni, torna il Festival itinerante e diffuso di Giffoni. E quest’anno il Giffoni Street Fest 2018 si presenta con un programma sempre più ricc: dalla Cittadella del Cinema, oltre 200 iniziative si ramificano in piazze, stradine e parcheggi dell’area urbana, che per l’occasione si trasformeranno in open space teatrali. L’edizione 2018 prevede più di 50 artisti, 10 party tematici, oltre 30 laboratori e spettacoli fino alle 24:00 nelle piazze principali del paese. Lo Street crea un percorso emozionale che coinvolge grandi e piccini attraverso linguaggi universali, spettacoli di visual comedy, nouveau cirque, spesso senza parola, proprio per sottolineare l’universalità del linguaggio mimico, corporeo e facciale. Tra gli artisti, la Sonora Junior Sax, formata da ragazzi dai 9 ai 23 anni, e i Ferraiolo, la storica famiglia salernitana di burattinai. Ospiti internazionali i Quetzacoatl, dal Messico, la suggestione dei tamburi giapponesi con la compagnia Kyoshindo, la comicità de La Supercasalinga e l’ironia del sosia ufficiale di Mister Bean. E ancora, letture animate e lo chapiteaux vintage di Blink Circus, un’installazione viaggiante unica al mondo. Tornano gli spettacoli itineranti con i Badabimbumband e la parata scenografica In the Wonderland della Compagnia Teatrale Accademia Creativa.

Giffoni Music Concept

Infine, accanto al cinema, ci sarà spazio anche per la musica, con Giffoni Music Concept, ovvero ventuno live che uniranno giurati, giffoners, famiglie e pubblico intorno al palco di Piazza Lumière. Tra gli artisti attesi sul palco ci sono Max Gazzè, Ermal Meta, Ultimo, Annalisa, Fabrizio Moro, Benji & Fede, Vegas Jones, Enzo Avitabile, Lodovica Comello, Federica Abbate, Quentin40, Luca Barbarossa, Il Pagante, Diodato, Livio Cori, Eva, Mirkoeilcane, Lorenzo Baglioni, Viito, Foja e Lello Tramma.

Le Masterclass 2018

Cinque gli indirizzi per le Masterclass di Giffoni 2018, ormai diventate il fiore all’occhiello della manifestazione. Si tratta di cinque diversi percorsi di approfondimento sulle professioni del cinema, della tv, della radio e della sostenibilità ambientale, riservati a 500 giovani tra i 16 ed i 34 anni che avranno l’occasione di confrontarsi con i principali protagonisti della scena artistica, culturale, istituzionale e dell’innovazione. Grandi opportunità di lavoro per grandi richieste: questo lo slogan che meglio sintetizza l’evoluzione del progetto Giffoni Masterclass dal 2018 al 2020.

Condividi questo articolo: