I segreti di Morgana Le sedie narranti Teatro dell'Orsa, Fatti di numeri - foto di Nicolò Degl’Incerti Tocci Monica Morini e Bernardino Bonzani (Direzione Artistica MAPS) cartolina MAPS (fronte - con immagine)
<
>
I segreti di Morgana - a cura di Roots Evolution - foto di @miprendoemiportovia

Siete in cerca di felicità e di meraviglia?

In attesa della grande luna rossa in eclissi che venerdì serà ci terrà tutti naso all’insù, il luogo giusto per questo weekend è il Festival MAPS – bussole per la felicità, nella suggestiva cornice della Villa e il Parco del Mauriziano, a Reggio Emilia, dal 26 al 28 luglio. Aspettatevi tre giorni di festa per tutti, in cui attori, scrittori e performer daranno vita a incontri e spettacoli ispirati alle opere dell’Ariosto, a narrazioni di fiabe, a laboratori creativi e concerti che esploreranno le voci e la musicalità dei quartieri e del mondo. Insomma, un’occasione preziosa per incontrarsi e condividere storie e voci che arrivano da lontano, nello spazio e nel tempo.
La manifestazione è alla sua prima edizione ed è stata fortemente voluta da Monica Morini e Bernardino Bonzani del Teatro dell’Orsa, oggi anche Direttori Artistici di MAPS.

 

Da cosa è nata l’esigenza di creare un nuovo Festival?
«Crediamo necessario ritrovarsi, disobbedire al tempo che ci vuole divisi, creare insieme bellezza, goderne nella musica, nel teatro, nel cibo, nell’arte che dà forma nuova a ciò che sentiamo e non sappiamo dire. Senza distinzione d’età, di provenienza, di cultura. Provare l’ascolto curioso del mondo, l’incanto verso l’eredità che il tempo ci lascia dentro un affresco, dentro ai versi di un poema intramontabile come l’Orlando Furioso, dentro gli squarci dei quartieri e i numeri di cui siam fatti, dento le trame di vita che parlano di sbavatura e follia, del nostro essere zoppicanti e ignari del cammino verso la felicità»

A fare da filo conduttore, non solo un omaggio alle opere dell’Ariosto e ai suoi personaggi, ma anche il tema della felicità, con un invito forte a non smettere mai di cercarla. Perché può essere anche nelle piccole cose di ogni giorno. Sta a noi Vederla, come ci suggeriscono i due direttori artistici.
«La felicità forse ci parla di condivisione, di musica che scavalca i confini. Di fuochi accesi nella notte, di sedie che parlano e raccontano, di giochi a nascondino tra gli alberi, di cavalli e cavalieri, di fonte dell’amore e del disamore, di visioni dell’invisibile, di lucciole in una notte d’estate, di sapori ritrovati, di racconti sotto un albero o accanto ad un orto, di libri e immagini che aspettano noi, di senno ritrovato sulla luna e, per felice coincidenza, venerdì sera una gigantesca luna rossa in eclissi apparirà e scomparirà sul cielo di MAPS. Un evento naturale unico degli ultimi cento anni».

 

Qualche storia da incontrare a MAPS

Giovedì 26 luglio, non perdetevi l’incontro di narrazione Orti in fiaba, di e con Monica Morini e i narratori della Casa delle Storie, particolarmente adatto agli ascoltatori più giovani, oltre all’incontro con le autrici Sonia Maria Luce Possentini e Annamaria Gozzi.

Venerdì 27 luglio, in calendario il laboratorio creativo per tutti Le sedie narranti, con Franco Tanzi e Michele Ferri; l’afro beauty stand multietnico I segreti di Morgana, a cura di Roots Evolution (che sarà presente anche sabato); la narrazione Storie di qui e d’altrove, con i narratori della Casa delle Storie e la partecipazione delle giovani rifugiate nigeriane del laboratorio svolto in collaborazione con Dimora D’Abramo; e Stanze d’autore, incontri di storie, di libri, di immagini e di autori nella Villa dell’Ariosto. Si inaugurerà inoltre l’installazione Fonte dell’amore e del disamore posizionata nell’antica ghiacciaia, mentre verso sera potrete godervi il Concerto per alberi all’imbrunire, improvvisazioni musicali e composizioni dal repertorio classico, jazz e popolare con Gaetano Nenna e Giancarlo Patris. Il Teatro dell’Orsa porterà in scena Furiosamente Folli, schegge furiose dall’Orlando fino al Repertorio dei matti della città di Reggio Emilia. Infine, segnatevi in agenda Le voci dei quartieri, viaggio sonoro e visivo tra parole, musiche e storie dai quartieri della città e del mondo e Corti prima di mezzanotte, un assaggio di felicità nei migliori corti dei Reggio Film Festival.

Sabato 28 luglio fermatevi in ascolto del celebre scrittore e giornalista Paolo Rumiz e dei giovani della European Spirit Of Youth Orchestra con l’incontro-concerto Musica oltre i confini; divertitevi tra il laboratorio creativo Facce Furiose (con l’illustratore Michele Ferri) e lo spettacolo Filafiaba. Storie del bosco e del giardino, di e con Chiara Ticini e Lucia Donadio (musiche dal vivo di Gaetano Nenna e regia di Monica Morini), due appuntamenti che costituiscono un vero e proprio invito all’immaginazione per grandi e bambini. L’esposizione dei lavori realizzati nel laboratorio Le sedie narranti sarà una buona occasione per scambiarsi idee, mentre il concerto narrato per tutti Canto alla rovescia, di e con Massimiliano Di Carlo, lo spettacolo Fatti di numeri del Teatro dell’Orsa (vincitore del Bando Create With Open Data 2017), di Monica Morini, Bernardino Bonzani e Annamaria Gozzi, vi caleranno subito in un’atmosfera un po’ magica. E per finire, Festabballo, che come dice il nome sarà una bellissima festa danzante.
Tutti i giorni, ci si potrà cimentare in super-rilassanti sessioni di Yoga nel parco, perfette per tutti.

Non resta che andare incontro alle storie, alla felicità e a un luogo che sa di meraviglia… buona luna rossa!

Info: Teatro dell’Orsa (teatrodellorsa@gmail.com, 338 4280999)

Condividi questo articolo: