“Si svegliò a notte fonda, pizzicato dal profumo pungente delle stelle.
L’alito freddo della valle arruffò i capelli degli alberi, arrampicandosi sulla roccia, fino al cornicione sul quale si trovava da quasi due mesi”.

Un libro perfetto per chi ama la montagna. Per chi ne respira il profumo ancestrale e ne sente le vibrazioni. Questa è una storia che fotografa un bellissimo scorcio di Dolomiti e che sa accendere con un’intensità spiazzante i sensi del lettore, perché il suo protagonista tocca, ascolta, annusa e assaggia la montagna, ma non la può vedere. E Giuseppe Festa ha saputo dipanare la potenza emozionale di questi sensi con grande poesia, senza mai farci sentire la mancanza della vista. Il lupo è una citazione da altre sue bellissime storie… potete leggere la mia intervista a Giuseppe qui!

Cento passi per volare, di Giuseppe Festa, Salani Editore

Condividi questo articolo: