Lo dico sempre, la bellezza sta nelle piccole cose della quotidianità. È una bellezza che va vista e guardata da vicino, con occhi grati e aperti (e per aperti intendo pronti ad accogliere). È una bellezza fatta anche di gesti, come questa recensione di Davide Calì che mi è arrivata stamattina e mi ha fatto sorridere e pensare a come è piacevole cominciare la giornata immergendosi in una tavola illustrata, che può scoperchiarti nuovi mondi e farti viaggiare anche se sei sul divano di casa. Non possiamo abbracciarci, ma teniamoci compagnia e continuiamo a sognare!

 

Da oggi, su Spinginuvole parte #librialvolo, veloci recensioni di albi illustrati per non smettere di volare con la fantasia

 

Quando mamma e papà annunciano che presto arriverà una sorpresa, Lucia non ha nessun dubbio: è in arrivo un dinosauro!
Così gli dà un nome (Dino) e si prepara a vivere le giornate con lui, a dargli da mangiare, usarlo come scivolo e portarlo in giro per i giardinetti.
Ma convivere con un dinosauro non è semplice: innanzi tutto mangia come un dinosauro, e poi occupa tutto lo spazio a letto e sfonda il triciclo col suo enorme posteriore e d’estate, in spiaggia, schizza tutti facendo tuffi.
È buffo, ma succede davvero così: quando da bambino i tuoi ti dicono che presto ci sarà una sorpresa, immagini sempre cose improbabili: di ricevere in regalo una spada laser o un droide obbediente, un pony o un uovo di Pasqua alto tre metri.
Ma non ti aspetti mai un fratellino o una sorellina!

Elena Levi racconta in modo dolce e divertente l’attesa di un fratellino e Giulia Pastorino, che si era già fatta notare per Il Capitano d’Albertis e le sue entusiasmanti imprese è l’illustratrice perfetta per rendere il lato infantile di questo bell’illustrato.

di Davide Calì

 

È arrivato un dinosauro, di Elena Levi, con illustrazioni di Giulia Pastorino (Edizioni Clichy)

Condividi questo articolo: