Il disegno è il diario di queste settimane di mia figlia Alice, 12 anni

Da qualche giorno è online un nuovo portale, che invita i bambini e le bambine a dire la loro e a trovare nuove modalità per far fronte alla quarantena con il sorriso: si chiama #CiStoDentro ed è un motto perfetto per i piccoli, ma anche per i grandi

 

L’iniziativa è stata lanciata sul sito del Dipartimento per le politiche della Famiglia dalla Ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, con l’intento di offrire ai genitori uno strumento in più per scoprire idee, attività e giochi da realizzare e sperimentare con i propri figli, a casa.
Curatore del progetto è Federico Taddia, autore per ragazzi, giornalista, conduttore radio e tv, esperto di comunicazione per le nuove generazioni… insomma un superesperto del mondo dei ragazzi (e dei genitori)! Che con #CiStoDentro porta all’attenzione delle famiglie un nuovo strumento non solo di svago, ma anche di condivisione diretta da parte dei bambini: di storie, domande, paure, idee, sogni… In pratica, uno spazio di incontro virtuale, una sorta di piazza dove dare voce ai più piccoli e scambiarsi idee e opinioni.
In mezzo alle tante polemiche, che in questi giorni vedono al centro i bambini come i grandi esclusi dai decreti, dimenticati dalle autorità e impossibilitati a uscire, se non nel quadrato di un cortile (rigorosamente a turno) o per chi è molto fortunato di un giardino, questo portale, attivo già da dieci giorni, arriva per dare loro la parola. E per regalare un po’ di idee su come trascorrere la giornata e rendere quel loro ‘tempo liberato’ un’opportunità preziosa per recuperare una dimensione familiare più raccolta, di cui avevamo tutti un po’ bisogno. Ma anche, e soprattutto, per renderli consapevoli che il loro sacrificio (grandissimo, soprattutto per i più piccoli) è un aiuto per tutti. Come recita la presentazione del progetto in home.

 

“Ci sto dentro”, a casa mia. “Ci sto dentro”, a questa storia. “Ci sto dentro”, anche se la vita sembra tutta cambiata! Non posso andare a scuola, non posso fare sport, non posso fare musica, non posso andare dai nonni, a giocare con gli amici, al cinema, al parco o in un museo. Ma comunque “Ci sto dentro”, perché so reagire nel modo giusto: il mio atteggiamento e le mie azioni possono essere un vero aiuto. Per me. E per gli altri.

 

Sei sezioni, per starci dentro al meglio

Le sezioni del portale al momento sono sei, ma probabilmente saranno incrementate con altre idee in costruzione.

Infovirus, con tutte le informazioni sul virus e su cosa si può o non si può fare; Lo chiedo alla Ministra!, uno sportello per parlare direttamente a Elena Bonetti, che raccoglie le domande e i dubbi dei bambini; Io l’ho letto, e tu?, direttamente dalla voce degli stessi autori, tanti consigli di lettura per riempire le giornate di viaggi immaginari; #CiStoDentro Live, la sezione condotta direttamente da Federico Taddia con interviste live settimanali (il giovedì alle 15.00), rivolte di volta in volta ad esperti nel campo della scienza, dell’infanzia, della cultura, dell’informazione e della comunicazione coinvolti sul tema dell’epidemia da coronavirus e delle sue conseguenze sulla vita quotidiana; #CistoDentro Gallery con tutte le lettere, i disegni, i video e i racconti delle bambine e dei bambini su queste settimane di quarantena e sui tanti modi per rallegrare le giornate insieme; Tempo Liberato, con tanti suggerimenti su come impiegare il tempo libero attraverso giochi, esperimenti e consigli rivolti direttamente a genitori e bambini impegnati ad intrattenere, ed intrattenersi, a casa. Qualche idea? Avete mai provato a costruire una clessidra, trovato un cassetto segreto, o realizzato un “Vocabolabello”?

Potete cominciare proprio oggi! E ricordatevi di dar voce alle vostre emozioni e ai vostri sogni, bambini e adulti insieme, perché, oggi più che mai, è bello e importante condividerli!

Condividi questo articolo: