Durante queste settimane di quarantena una delle cose che mi manca di più è sicuramente il rapporto con la natura, le passeggiate nel verde dei frutteti o nel fitto dei boschi disordinati della mia Valtellina. Ci penso spesso. E i libri a volte sono delle vere madeleine e per un attimo, tra le righe, riesco a sedermi su un prato, al sole. E posso persino sentire il ronzio delle api intorno o godermi il passaggio di qualche animale…

 

Così stamattina ho deciso di fare colazione con Ninna Il piccolo riccio con un grande cuore (Il Battello a Vapore), scritto a quattro mani da Claudia Fachinetti e dal veterinario Massimo Vacchetta, fondatore del Centro di Recupero Ricci in difficoltà La Ninna (a Novello, nel cuore delle Langhe, in Piemonte). E mi sono ritrovata finalmente all’aperto, immersa nel verde della campagna sulle colline piemontesi, in un luogo che mi è parso persino un po’ magico, con tanti animali intorno… E a farmi compagnia, Francesco, un ragazzino arrabbiato per la separazione dei suoi genitori (e per il trasferimento dall’amata Torino a un paesino sulle colline), sua sorella Sara, un veterinario un po’ stralunato che ha bisogno di ritrovare speranza e un cucciolo di riccio (la tenerissima Ninna) che ha bisogno di cure e affetto per poter trovare la forza di tornare in libertà nella natura. Ecco gli ingredienti di questa commovente storia che mescola delusioni e paure, ma anche amicizia e amore. Oltre a uno sguardo nuovo sulla vita. Uno sguardo che oggi più che mai serve a tutti. Per guardare avanti e pensare che quando potremo tornare a camminare nel verde, ci sembrerà tutto più bello. Ma soprattutto, lo faremo con una maggiore consapevolezza, pensando prima di tutto al rispetto per l’ambiente e gli animali… proprio come ci insegna Ninna! E poi, in fondo a ogni capitolo si trovano anche schede pratiche che propongono attività da fare con i nostri figli ispirate al concetto di “manuale delle giovani marmotte”, perché i bambini si possano sentire protagonisti di un cambiamento concreto.

E mentre io bevo il mio caffè in compagnia di Ninna e di tutte le persone che l’hanno aiutata, Claudia Fachinetti ci lascia i suoi consigli di lettura… fossi in voi mi segnerei tutto!

 

3 libri per ragazzi

LA RAGAZZA DEI LUPI, di Katherine Rundell (Rizzoli)
Amo questa autrice perché è capace di essere imprevedibile e portarti dove non ti aspetti. Le sue protagoniste sono tutte forti e ribelli, vivaci e appassionate come lei. Questo titolo è uno dei miei preferiti anche per le magiche ambientazioni russe, il legame con i lupi e a foresta.

SETTE ABBRACCI E TIENI IL RESTO, di Stefano Tofani (Rizzoli)
Uno dei libri per ragazzi che ho più amato soprattutto per la scrittura fresca, giovane, vera che ti fa sentire tutt’uno col protagonista e soprattutto ti fa tornare a essere un ragazzino delle medie pieno di sogni e insicurezze da affrontare ogni giorno.

IL GIARDINO SEGRETO, di Frances H. Burnett (scegliete l’edizione che vi piace di più)
Dei classici è sempre stato il mio preferito forse anche perché è meno tragico di molti altri. Ma è la magia di quel giardino, la cosa più bella, e pagina dopo pagina si è trasformato e arricchito con la mia immaginazione.

+ 1 per adulti

VINO, PATATE E MELE ROSSE, di Jeanne Harris (Garzanti)
La magia della narrazione inglese unita alla delicatezza francese delle descrizioni, le due anime dell’autrice, nota per Chocolat, rendono questo libro un piccolo gioiello in cui tutti, persino le bottiglie di vino, hanno un’anima e una storia da raccontare.

 

* grazie a mia figlia Ilaria per il ritratto di Ninna

Condividi questo articolo: