La T-shirt

Marco Magnone è un giovane autore per ragazzi che vive a Torino. Oltre alla scrittura e ai viaggi, una delle sue grandi passioni è la musica (e grazie al suo romanzo La mia estate Indaco, io ho scoperto le canzoni dei Pinguini Tattici Nucleari!). E l’oggetto che ha scelto per raccontarsi, non a caso, è legato proprio a un gruppo funk-jazz italiano…

 

Marco Magnone ritratto via Skype da Marco De Scalzi

Perché hai scelto questo oggetto e che cosa ha rappresentato per te durante le settimane di quarantena?

Ho scelto la maglietta di un gruppo musicale che mi piace moltissimo, i Calibro 35, che sono andato ad ascoltare dal vivo il 20 febbraio, esattamente due giorni prima che si parlasse del primo caso di Covid-19 in Italia, quello di Mattia, il ragazzo di Codogno. Sembra passato un secolo, ma in realtà si tratta di soli due mesi. E il concerto è stato bellissimo, due ore molto leggere, che mi hanno ricordato di quando  tra i 20 e i 30 anni andavo a un sacco di concerti. Poche ore dopo c’è stato stato una sorta di cortocircuito. E la T-shirt racconta il velocissimo passaggio da una situazione quotidiana assolutamente normale a una routine, quella attuale, che non ci saremmo mai aspettati.

 

Se potesse parlare, cosa racconterebbe di te?

Racconta di una mia grande passione, la musica. E anche del tempo libero che davamo per scontato: questa maglietta ci dice che dobbiamo imparare a sfruttare e a dare valore alle occasioni che la vita ci offre.
Racconta del bisogno di socialità che tutti abbiamo e anche di quello di immaginare nuove forme per tornare a fare quallo che amiamo fare. Cercando di capire come sconfiggere questa situazione che sembra paradossale.
E poi, questa maglietta racconta la promessa di dare valore alle piccole cose quotidiane che spesso ci dimentichiamo.
Noi siamo tante cose e mi piace molto l’idea di poter indossare qualcosa che appartenendo a un altro momento della nostra vita ce lo ricorda e, soprattutto, ci permette di riviverne le emozioni. Non mi dimenticherò mai il concerto dei Calibro 35 del 20 febbraio 2020 e sono contento di aver condiviso quell’esperienza con alcune delle persone più importanti della mia vita, la mia compagna e uno dei nostri migliori amici.

 

Cosa ne farai quando tutto tornerà alla normalità?

Continuerò a indossarla. Ho sempre adorato indossare le magliette dei miei gruppi musicali preferiti o dei luoghi visitati durante i miei viaggi: rappresentano un ponte che mi ricollega a momenti felici della mia vita ed è una cosa di cui tutti abbiamo bisogno. Quindi mi auguro di fare sempre più spazio a nuove magliette che parlino di nuove esperienze, di viaggi e di vita.

 

Marco Magnone
39 anni
scrittore
Torino

Condividi questo articolo: