Da pochi giorni è di nuovo possibile muoversi tra le regioni italiane e si può finalmente ricominciare a pianificare qualche viaggio in famiglia: dall’immersione nella natura alla vacanza attiva, fino alla scoperta di una città d’arte, ecco alcune idee per rimettersi in moto.

 

Con una sola regola, anzi due: stare il più possibile all’aria aperta e seguire le norme del distanziamento sociale (vigenti tra i non congiunti). Inoltre, bisogna ricordarsi che a causa dell’emergenza legata alla diffusione del coronavirus, ci sono alcune importanti norme da rispettare per poter viaggiare nel Paese: ad esempio il fatto che, con febbre al di sopra di 37,5 gradi, non si può uscire “dal proprio domicilio”; o che, se si viaggia in auto con persone non congiunte, bisogna sempre tenere la mascherina e rispettare le distanze! Poco male, comunque, perché in commercio ci sono mascherine davvero allegre, che possono anche diventare un accessorio personalissimo!

Infine, per poter viaggiare sereni e godervi il più possibile la natura, non dimenticate di mettere in valigia un buon repellente per le zanzare. Oggi vi parliamo di Cer’8 Spray!

 

Per i più golosi: in bicicletta sulla via delle ciliegie

Per chi ama i viaggi che uniscono nuove scoperte allo sport, l’ideale è programmare una vacanza su due ruote, studiando un itinerario che non sia troppo pesante per i bambini. Perfetta in questo periodo dell’anno la via delle ciliegie, sul Percorso Natura che scorre lungo il fiume Panaro: un bellissimo tragitto che corre lungo il tracciato della vecchia ferrovia Modena-Vignola, con una tappa a Spilamberto, famosa per l’aceto balsamico, per poi arrivare a Vignola, celebre per le sue ciliegie. Superato Spilamberto, dove ha sede l’esclusiva “Consorteria dell’Aceto Balsamico” a Villa Fabriani, la ciclabile comincia a salire: tenete conto che per arrivare a Vignola, bisogna superare un dislivello di circa 100 metri in 10 chilometri… una difficoltà non proibitiva, ma sicuramente da tenere in considerazione in base all’età dei bambini. Giunti nella città delle ciliegie, dopo aver fatto una buona scorpacciata dei golosi frutti, imperdibile una visita alle celebre Rocca.

 

A spasso per una città d’arte: percorsi family friendly a Roma

Se per tornare a viaggiare la vostra seclta cade su una città d’arte, meglio partire alla grande e scegliere una città che non ci si stanca mai di visitare. Perché a ogni angolo regala nuove scoperte e nuove avventure. Visitarla con i bambini, naturalmente, significa bilanciare bene la fatica delle lunghe camminate (perché è proprio passeggiando che si possono scoprire gli angoli più suggestivi e segreti) alla meraviglia dei monumenti storici e dei parchi delle ville nobiliari (immancabili!).

Del resto, Roma può essere uno scenario che appassiona i bambini più di un libro di storia, perché qui la storia e l’arte si respirano ed esplorare gli antri del Colosseo e delle Catacombe, o aggirarsi tra i ruderi del Foro Romano, del Palatino e dei Mercati Traianei, può diventare una vera e propria avventura! Tra le esperienze più affascinanti c’è sicuramente la visita a Castel S. Angelo (l’antico Mausoleo di Adriano trasformato in fortezza nel Medioevo), che conserva ancora storiche catapulte, palle di cannone, collezioni di armi e, per i più coraggiosi, anche le antiche prigioni. E poi, per gli instancabili, si possono prenotare i laboratori nei musei d’arte, una gvisita guidata al Museo dei Bambini Explora, o le esperienze multimediali di Technotown. Le possibilità sono davvero infinite e per orientarvi al meglio, l’ideale è affidarsi a una guida turistica da mettere direttamente in mano ai vostri bimbi. Ad esempio Roma da scoprire, della collana Lonely Planet Kids (EDT).

 

In Piemonte come in Mongolia: dormire in una yurta

La Yurta è l’abitazione tradizionale delle popolazioni nomadi della Mongolia, ma ci si può dormire anche sulle colline piemontesi, nell’Agricampeggio Yurte in Langa tra le colline della Valle Belbo. Qui il distanziamento sociale è più che idoneo, perché la filosofia di questo tipo di vacanza è la totale tranquillità: le yurte infatti sono disposte su un leggero pendio all’interno della tenuta, a circa 10 metri una dall’altra e ognuna dispone di un bagno privato. Ogni mattina le colazioni (con prodotti a km zero) vengono portate in cestini a ogni gruppo familiare e potrete decidere se godervela all’aperto e dentro la vostra yurta.

Una curiosità? All’interno della tenuta vengono coltivati diversi tipi di fiori, erbacee perenni, violette cornute, calendule e molte varietà di piante aromatiche… vi perderete tra i profumi! E non dimenticate diportarvi la macchina fotografica e il taccuino per il vostro reportage di fiori primaverili. Infine, i boschi delle Alpi, i parchi secolari, il Monviso e gli antichi borghi sono le mete perfette per le vostre passeggiate nei dintorni.

 

Gli indispensabili, da mettere in valigia

 

Impossibile viaggiare senza un buon antizanzare! Ad esempio Cer’8 Spray, prodotto da Larus Pharma, che permette di difendersi dai noiosi insetti in modo del tutto naturale. Cer’8 Spray è un antizanzare ideale per tutta la famiglia: la sua formula, dermatologicamente testata e senza parabeni, infatti, è perfetta anche per i più piccoli. Pratico e veloce, non unge, si può tenere sempre in borsa e all’occorrenza sprigiona un complesso di oli essenziali 100 % naturali composto da eucaliptus citriodora e tea tree. Profumi piacevoli per noi, ma sgradevolissimi per le zanzare!

Ma non finisce qui, perché la linea Cer’8, venduta nelle migliori farmacie e parafarmacie, comprende prodotti specifici per ogni necessità… li scopriremo tutti nei prossimi giorni!

 

 

Contenuto realizzato in collaborazione con

Condividi questo articolo: