Finita la scuola c’è un appuntamento imperdibile con le storie, gli autori, i lettori, gli appassionati e… il mare. Mare di Libri, a Rimini da oggi fino a domenica, è il primo festival di letteratura in Italia dedicato unicamente agli adolescenti. È una manifestazione all’insegna del divertimento culturale, della condivisione e dell’amicizia, ideato dall’Associazione Culturale Mare di Libri e promosso da Rizzoli e dalla libreria dei ragazzi Viale dei Ciliegi 17 di Rimini. In pratica, non solo un festival realizzato per gli adolescenti, ma dagli adolescenti stessi: la sua anima e la sua forza propulsiva si trovano infatti nell’opera di più di cento volontari delle scuole medie e superiori che divisi in squadre – ognuna con il proprio compito specifico – svolgono tutte le mansioni legate alla gestione del festival (vendita di libri e biglietti per gli eventi, allestimento delle sale, coordinazione di giochi e laboratori, realizzazione di materiale audiovisivo fino all’accoglienza degli autori e degli ospiti). Insomma, per i ragazzi si tratta di un’occasione unica per crescere attraverso le storie.
Una manifestazione che già a partire dal nome fa subito veniìr voglia di partecipare e il programma non delude mai.
Tra le novità in programma questa 11ª edizione, il nuovissimo format dell’omaggio allo scrittore: le ambientazioni dei romanzi di Siobhan Dowd, autrice inglese, saranno tappe di un viaggio nel quale gli utenti saranno guidati, per conoscere meglio le sue storie.

 

Gli appuntamenti imperdibili

L’apertura, come sempre, vuole essere un messaggio positivo, fondante e rivolto a tutti: quest’anno è stata affidata a Cecilia Strada, che alla luce dei suoi anni di lavoro per la ONG Emergency, e dell’esperienza diretta in materia di difesa dei diritti umani in zone di guerra, in una chiacchierata con Fabio Geda vuole aiutare a capire quanto i conflitti che sembrano così lontani da noi siano in realtà collegati alla nostra quotidianità più di quanto si creda, fornendo anche gli strumenti per capire come contribuire attivamente alla costruzione della pace (La guerra siamo noi, Cecilia Strada è intervistata da Fabio Geda, venerdì alle 14.30)

Cento passi per volare è solo l’ultima delle storie di amicizia tra uomini e animali che Giuseppe Festa ha raccontato. Tra le pagine dei suoi romanzi si respira aria di montagna, e si incontrano animali a ogni angolo: orsi, lupi, aquile mostrano ai giovani protagonisti le meraviglie della natura e la facilità con la quale il suo equilibrio può essere drammaticamente spezzato (Incontro con Giuseppe Festa intervistato dai ragazzi del gruppo 7 minuti dopo la mezzanotte di Torino, coordinati da Andrea Vico e Fabio Geda – venerdì alle 16.30)

Se volete entrare dentro un bellissimo romanzo, che parla di un viaggio folle e difficile, ma anche di legami famigliari da ricomporre, seguite Chiara Codecà che intervista Alan Stratton sul suo ultimo libro Un viaggio chiamato casa, Mondadori (Venerdi alle 18.30).
Avete sempre sognato di fare i detective? Non perdetevi l’appuntamento di sabato mattina (ore 8.30) con Andrea Tullio Canobbio che vi farà cominciare la giornata esaminando indizi e scoprendo il colpevole, in una divertente Colazione con delitto in occasione dell’uscita della nuova collana Giallo e Nero de Il Battello a Vapore!

Imperdibili i focus su alcuni recenti romanzi che hanno particolarmente attirato l’attenzione dei ragazzi quest’anno: Giuseppe Catozzella incontrerà i lettori per parlare del suo E tu splendi, Feltrinelli (sabato, alle 9.45), mentre Manlio Castagna racconterà il primo volume di una saga fantasy che sta già appassionando molti lettori, Petrademone, Mondadori (sabato, alle 11.30); Pam Smy ci introduce alle atmosfere un po’ inquietanti di Thornhill, dove si incrociano le storie di Ella e Mary (sabato alle xxx) e Cat Crowley, intervistata da Lodovica Cima, ci porterà tra le pagine fitte di emozioni di Io e te come un romanzo, Dea Planeta (domenica alle 9.45); duro e difficile il tema trattato nel libro BUIO, EDT, dentro le cui pagine si entrerà nell’incontro con Patrick Bard intervistato da Simonetta Bitasi (domenica alle 16.30).

Se siete tra quelli che hanno letto Berlin dalla prima all’ultima pagina senza staccarsi mai, segnatevi in agenda anche l’incontro Berlin Gioco di ruolo, con Fabio Geda, Marco Magnone e il gruppo L’Avventuriero Precario… ne succederanno delle belle! (sabato alle xx e domenica alle 13.30)

Tutto sull’autore è uno dei format più attesi del festival, che questa edizione tra gli italiani vedrà protagonisti Guido Sgardoli, Davide Morosinotto, Katja Centomo, Daniela Palumbo.
Tra gli ospiti stranieri, appuntatevi gli incontri con: l’autore della saga fantasy Artemis Fowl Eoin Colfer, lo spagnolo Jordi Sierra I Fabra, M. T. Anderson con il suo nuovo e apprezzatissimo romanzo Paesaggio con mano invisibile (Rizzoli), l’autrice australiana Cath Crowley il cui ultimo libro Io e te come un romanzo (DeAgostini) è tra i finalisti del Premio Mare di Libri 2018 e Hamid Sulaiman, fumettista che parlerà del suo Paese d’origine, la Siria.

Mare di Libri è anche teatro e poesia. Giorgio Scaramuzzino andrà in scena venerdì alle 21.30 con Razza di italiani, uno spettacolo teatrale che ricorda gli 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia. Chiuderà invece la giornata di sabato Chiara Carminati, che sarà protagonista di una serata all’insegna della poesia, Viaggia Verso, Poesie nelle tasche dei jeans, semplici e leggere, ma traboccanti di adolescenza dal primo all’ultimo verso (ore 23.00).

Tra gli eventi serali da non mancare, è una novità la festa organizzata in onore dei 20 anni dalla pubblicazione italiana della saga di Harry Potter: scenografie ed attività a tema accoglieranno i fan per celebrare la saga per ragazzi più amata di sempre.

 

Ci piace leggere!

Come anteprima del Festival, in un incontro moderato da Marco Magnone giovedi 14 è stato presentato Ci piace leggere!, un pamphlet frutto del lavoro dello staff di volontari di Mare di Libri – Festival dei Ragazzi che Leggono, edito da Add editore.
Il libro è il risultato di un lavoro iniziato nel 2016, quando l’inserto La Lettura del Corriere della Sera pubblicò un articolo in cui i giovani lettori che compongono lo staff della manifestazione, esprimevano la loro posizione rispetto a cosa avrebbero amato trovare in libreria sugli scaffali a loro dedicati; quel primo articolo nel corso dei due anni successivi è stato, dai medesimi ragazzi, ampliato e riveduto fino ad assumere la forma di un saggio, nel quale gli autori si rivolgono direttamente agli adulti e, tramite esempi concreti e riflessioni, delineano il ritratto di quella che dovrebbe essere l’editoria per adolescenti.

Buona lettura e buon festiva! Il programma completo è qui.

Condividi questo articolo: