Illustrazione di Jessica Cioffi, tratta dal libro Perfide (Hop Edizioni)

Qualcuno dice di aver visto la mia amica Roberta Balestrucci arrivare al Lucca Comic & Games dalla Sardegna direttamente in bicicletta (quella di Annie Il vento in tasca, Sinnos), altri l’hanno avvistata nei panni di una Piratessa (dei Caraibi, ovviamente!)… io credo a entrambe le versioni, perché lei è meravigliosamente imprevedibile! Ecco le sue #cartolinedalucca

Che cosa amo di più in Roberta Balestrucci? Tante cose, ma il sorriso più di ogni altra. Perché il suo non è solo un sorriso disegnato in volto, un gesto affettuoso verso chi la incontra o un’espressione di gioia, ma è una vera e propria attitudine a guardare la realtà puntando sempre al lato positivo delle cose. E un po’ mi assomiglia. Inoltre, io e lei condividiamo una sana passione per i dolci, quelli che ti lasciano un sapore morbido in bocca e ti rimandano a storie lontane… proprio come quelle dei suoi libri. A Lucca l’avete sicuramente avvistata allo stand di Hop Edizioni a firmare le copie del suo ultimo lavoro, Perfide… se non lo avete ancora letto, fatelo subito, e avrete tantissimi spunti per il prossimo Lucca Comics & Games!
Ah… Roberta ha anche una passione per i cappelli e, con grande invidia mia, le stanno tutti benissimo.

 

Perché sei andata a Lucca Comics?

Avevo bisogno di perdermi in un universo parallelo, ritrovare gli amici che stanno dall’altra parte del mare, e poi anche per giocare con un gruppo di quattrenni a un gioco dell’oca tutto robotico! Poi però ho fatto anche la persona seria, e via, due giornate intense di firmacopie!

 

La cosa più divertente che hai fatto?

Stuzzicare Marianna Balducci, e sfidarla a recuperare più biscotti possibili durante il firmacopie dei nostri libri allo stand della Hop! Credo che il primato, però, lo detenga sempre e comunque Zerocalcare!

 

La scena che non ti dimenticherai più?

Ero allo stand della Hop. Io e Jessica Cioffi stavamo firmando le copie del nostro libro, Perfide. A un certo punto è arrivata una coppia. Guardavano Jessica disegnare i nostri personaggi in dedica. Lei era un pò triste. Aveva dimenticato il suo libro a casa, e non poteva farsi fare la dedica. Il compagno allora ha ben pensato di ricomprarle il libro. Voleva assolutamente che lei portasse a casa le dediche delle autrici! Lei mi ha dato la sua copia tra le lacrime, chiedendomi di potermi abbracciare, ed è mancato davvero poco che mi mettessi a piangere anche io!

 

Il tuo cosplay preferito?

Oh beh, un labrador con la criniera del leone della Metro Goldwyn Mayer, e il suo padrone vestito da pellicola cinematografia. Erano spassosissimi!

 

E alla fine, cosa ti sei portata a casa?

A parte tre cappelli strepitosi con tanto di piume di pavone? Credo uno zaino con tante nuove idee, e un sorriso che faticherò a non fare ripensando a quei giorni.

 

Conoscendoti, avrai scattato un sacco di fotografie, ci mostri una cartolina del tuo Lucca Comics?

In realtà no, sai? Avevo paura di perdermi tutto il resto, ma ho fotografato questo. Ecco, quando andrete a Lucca, e magari vi perderete soli in una pasticceria, assicuratevi che sia quella giusta, quella che ha questo dolcetto qui. Credetemi, il primo morso è capace di farvi sorridere solo come poche persone sono in grado di fare!

Io, naturalmente, ho preso appunti (non solo sui dolcetti eh!), grazie Roberta!

Condividi questo articolo: