Ogni anno a Natale, vado a prendere nel sottoscala lo scatolone degli addobbi per l’albero. È lì che teniamo anche il diario che scrivevo da piccola. Sulla copertina, su cui avevo disegnato decine di margherite di ogni colore, avevo scitto Diario di Mia. Vietato leggere! Tutti gli anni tiro fuori questo diario e lo nascondo tra i rami ai piedi dell’albero.

Ognuno ha il proprio rituale della festa e quello di Mia è rappresentato da un momento di grande intimità, quando raccolta tutta la famiglia intorno all’albero ogni Natale legge ad alta voce la lettera che suo nonno le scrisse molti anni prima. Parole piene di calore attraversano le pagine di questo albo che ci riporta subito alla dimensione piena di meraviglia dell’infanzia (sì, è impossibile non rivedersi bambini per un attimo), ma con in più un messaggio d’amore per il nostro pianeta.Il Nonno, infatti sa bene che ″la vita di questo mondo è fragile, come te, come me, come gli alberi, come le farfalle…” e con la sua lettera speciale vuole augurarle un mondo migliore, senza guerre e senza sprechi. Ecco un augurio di Natale molto speciale, da passarsi di mano in mano, necessario oggi più che mai.

 

Nonno Natale, di Michael Morpurgo, con illustrazioni di Jim Field, Jaca Book

Condividi questo articolo: