Tamo è nato così,
tutto già fatto come lo vedi…

…tutto liscio e gentile
tutto pronto col suo maglioncino a scacchi.

Anche le sue orecchie
e il suo cuore
erano tutti già fatti
quando è nato.

 

Dalle mani piene di poesia di Daniela Iride Murgia, ecco una storia che parla resilienza e generosità: Tamo, il cui nome è già da solo un riferimento a un sentimento universale, è nato già come lo vedete sulla copertina, grande, con orecchie piccole e occhi dolcissimi. Tamo non ha una famiglia canonica, ma essendo bravissimo a covare le uova è stato capace di costruirsene una tutta sua, un po’ variopinta, ma felice. Con l’aiuto di tutti è persino riuscito a raggiungere la sua casa in cima all’albero… ora non resta che godersi il meritato riposo insieme. E una volta arrivati in fondo all’albo, non chiudetelo, ma fermatevi un attimo a godervi i suoi occhi felici e la natura che lo circonda. Tra le pagine trovate anche il richiamo a un famoso oggetto di design… provate a indovinare quale?

Tamo l’ippopotamo, di Daniela Iride Murgia, Edizioni Corsare

Condividi questo articolo: