Gli oli essenziali

Petra Barkhof mi ha sempre colpito per la sua immaginifica arte di raccontare storie attraverso la moda. Se poi parliamo di moda per bambini, si sa, bisogna avere uno sguardo che sappia andare oltre la forma, ritrovando la meraviglia in un dettaglio, una smorfia o un gioco di colori. E Petra ha esattamente quella sensibilità, qualità preziosa non solo sul set, ma nella vita in generale. Se sfogliate Scimparello, il suo magazine online, ve ne accorgerete subito. Il suo segreto per essere sempre sorridente? Ce lo rivela qui, attraverso un bouquet di oli essenziali che l’hanno aiutata a restare in equilibrio durante la quarantena. A me è già venuta voglia di provarli!

 

Petra Barkhof fotografata via Skype da Marco De Scalzi

Perché hai scelto questo oggetto e che cosa ha rappresentato per te durante le settimane di quarantena?

Ho scelto i miei oli essenziali perché durante questi mesi di lockdown sono stati la mia salvezza. Li ho sempre con me, ne faccio uso regolarmente da tre anni e ne ho per ogni esigenza. Ho iniziato a servirmene durante una dieta disintossicante e all’inizio non ne ero per nulla convinta, ma poi più li prendevo (per bocca, dato che sono purissimi), meglio stavo. Adesso non potrei più vivere senza di loro. Vivere bene, intendo.
Per esempio, il bergamotto di certo non elimina la mia paura di volare, ma elimina il panico che mi prende tutte le volte che devo salire su un aereo perché ha un effetto calmante. E poi ha un profumo buonissimo.
Durante la quarantena non è stato facile gestire le emozioni. Come tutti ho provato ansia, paura, tristezza, nervosismo, insonnia…
Di solito iniziavo con qualche goccia del Blend Peace sul petto, un quarto d’ora di meditazione ed ero pronta ad iniziare la giornata con un sorriso invece che con preoccupazione. Contro la tristezza ho messo un pò di Cheer nel diffusore, il suo intenso profumo mi fa sempre venire voglia di ballare. Se la sera faticavo a prendere sonno mi facevo un veloce massaggio sotto i piedi con la lavanda e dopo poco ero addormentata. L’olio OnGuard lo prendevo regolarmente perché aiuta a sostenere le difese naturali del sistema immunitario ed è anche utile nella pulizia di casa e nella disinfezione delle superfici. Non mi stanco mai di raccomandare gli oli essenziali agli amici e a tutti quelli che hanno voglia di darmi retta perché sono certa della loro efficacia. E sono anche convinta che meno medicinali prendiamo, meglio è.

 

Se potessero parlare, cosa racconterebbero di te?

Direbbero sicuramente che li faccio sentire utili. Ho sempre qualcosa da curare: il mal di testa, la cattiva digestione, il gonfiore alle gambe e nelle ultime settimane anche i miei altalenanti stati d’animo.

Ora che stiamo tornando a una relativa normalità, cosa ne farai?

Continuerò ad usarli, come ho sempre fatto. Magari avrò meno bisogno di lavanda e più di peppermint, che dà forza ed energia, ma me li tengo tutti ben stretti. E continuerò a studiarne gli effetti.

 

Petra Barkhof
63 anni

Redattrice di moda
Milano

Se volete sapere qualcosa di più su Petra Barkhof e magari sfogliare il suo Scimparello, cliccate qui!
Condividi questo articolo: